Densificazione



DEC: LA SOLUZIONE FINALE PER I RIFIUTI

E I MATERIALI ETEROGENEI

Il densificatore è una macchina coperta da BREVETTO che trova svariate applicazioni non solo nel settore prettamente plastico, ma si adatta perfettamente anche alla lavorazione di materiali combinati o “di scarto”.
Nato come un densificatore per plastiche non rigide, in modo da ridurne umidità, quindi peso, e volumi soprattutto per un risparmio a livello di trasporti, è stato via via modificato fino ad essere divenuto lo strumento essenziale per quei tipi di lavorazioni che nessuna altra macchina è ad oggi in grado di fare nel mercato.
Le due viti corotanti in rivestimento anti usura, la piastra riscaldata e regolabile, il sistema di dosaggio e alimentazione controllati da una valvola brevettata, fanno del DEC la macchina ideale non solo per plastificare film o imballaggi, ma soprattutto per lavorare quelle plastiche che, date le particolari condizioni, sarebbero normalmente considerate un rifiuto non riciclabile.

Nella sua camera riscaldata si possono lavorare infatti:

  • Materiali con umidità residua molto elevata (fino ad un 35-40%)
  • Plasmix (scarto COREPLA, imballaggi alimentari, multi-layer)
  • Materiali compositi (legno-plastica, gomma-plastica, segatura-plastica)
  • Scarti di lavorazione (car fluff, plastiche RAEE, plastiche da pulper)
  • Prodotti molto difficilmente separabili (moquette, fondi vasca, polveri)
  • Rifiuto eterogeneo per la produzione di combustibile (RDF)


 

Con le difficoltà sempre crescenti nella gestione delle plastiche difficilmente riciclabili, legate soprattutto alla situazione mondiale e al BLOCCO CINESE, migliaia di tonnellate di RIFIUTO PLASTICO AGGREGATO e IMBALLAGGI stanno riempendo i magazzini non solo dell’Europa, ma di tutti gli altri mercati.

La decisione del governo cinese di NON ACCETTARE PIÚ RIFIUTO PLASTICO AGGREGATO, SE NON ALMENO PARZIALMENTE TRASFORMATO, ha creato un accumulo di materiale non facilmente separabile che prima veniva semplicemente selezionato, imballato e spedito in Cina.

Il DEC di ITALREC rappresenta oggi l’UNICA SOLUZIONE che permetta di SBLOCCARE QUESTA SITUAZIONE, consentendo di TRASFORMARE un potenziale rifiuto in MATERIE PRIMA.

È infatti l’unica macchina attualmente affidabile per trasformare tutto questo materiale da rifiuto ad una MATERIA PRIMA RIUTILIZZABILE in diversi settori, dall’INCINERAZIONE alla produzione di MIX PLASTICI che possono essere la base per fabbricare una gamma molto ampia di accessori diversi.
È l’unico DENSIFICATORE che non presenta limiti particolari al materiale potenzialmente lavorabile e che può trasformare un rifiuto in una materia prima nuovamente lavorabile in un estrusore, fungendo addirittura da DOSATORE per quest’ultimo, se montato direttamente in uscita dal DEC, e produrre direttamente NUOVO GRANULO.

 


Montato direttamente in tandem con un estrusore permette addirittura la produzione di diversi tipi di PRODOTTO FINITO partendo dal rifiuto:

TANDEM PER PRODUZIONE PRODOTTO FINITO 

(watch)